sabato 20 aprile 2013

Soluzione fisiologica, una cura per molti "mali"

Buonasera a tutti!!! :)

L'idea per questo post mi è venuta seguendo un "bisogno". Avevo necessità di acquistare una soluzione fisiologica, ma alle 20 di sabato sera in un paesino sperduto, cosa voglio trovare aperto???
Allora, seguendo i consigli di una meravigliosa persona su Facebook, ho deciso di crearla da me.


Innanzitutto cos'è e a cosa serve?
La soluzione fisiologica è una soluzione di cloruro di sodio in acqua purificata. 
Ha molteplici usi quali:
- inalazioni per eliminare muco e catarro
- mal di gola e raffreddori in genere
- contusioni, distorsioni
- herpes, punture di insetto
- otite, bronchite
- problemi digestivi
- verruche e funghi


Ed è proprio a causa delle mie orecchie (ahahahah la vecchiaia!!!) che ho voluto prepararla.



Personalmente ho usato il sale rosa dell'Himalaya, perché ho solo quello in casa, ma può essere utilizzato anche il comune sale marino (meglio comunque se integrale, perché non trattato).




Nei prossimi post (oltre alla farina bianca) vi spiegherò perché uso solo sale rosa e oramai ho pensionato completamente il sale bianco.







Allora le preparazioni possono essere due.
La prima è più veloce. Far bollire un litro d'acqua e aggiungere 9 grammi di sale marino. Ovviamente prima di utilizzarla far raffreddare il tutto.
La seconda prevede l'utilizzo del sale rosa.
Prendere un vaso di vetro, ben lavato e sterilizzato, riempirlo di sale fino ad un quarto circa del contenuto (l'acqua è satura di sale con soluzione al 26%) e riempirlo completamente di acqua.

Nell'arco di circa 24 ore, i cristalli si scioglieranno fino alla saturazione dell'acqua.
Per conservare il tutto, non c'è bisogno di particolari accorgimenti. La soluzione è STERILE in quanto l'acqua salina satura non consente la proliferazione di microrganismi, germi, virus, funghi e batteri. 
Finché i cristalli sono visibili, si ha la certezza che è satura.
Ora vado, la mia soluzione si è raffreddata ed è pronta per essere utilizzata insieme ai fiori di Bach per le mie orecchie!
Un abbraccio e ai prossimi post!

Marianna.